I tatuaggi sono pericolosi?

Ormai oggi quasi tutti hanno almeno un tatuaggio, sia i giovani che i più grandi. Fare un tatuaggio è una cosa che si pratica con facilità, ma questo non deve essere un motivo per non riflettere bene sulla decisione di modificare il proprio corpo in modo permanente e di prendere i giusti provvedimenti dagli eventuali rischi. Proprio per questo, la domanda che si fanno in molti, prima di fare un tatuaggio è: sono pericolosi? In questo articolo vedremo quli sono i rischi e le precauzioni.

Cos’è il tatuaggio

Il tatuaggio è costituito da tante piccole punture che vengono effettuate sotto pelle per poter iniettare l’inchiostro, che andrà a formare il disegno di ciò che abbiamo scelto di avere sul corpo. Spesso, non è una semplice moda, un capriccio, ma qualcosa a cui teniamo e che vorremmo portare sempre con noi. Dopo aver fatto il tatuaggio si è sottoposti ad un iter che prevede: medicazioni, cure nel primo periodo, la necessità di non esporlo troppo al sole ecc. Passato il periodo “critico”, si potrebbe però andare incontro ad alcuni problemi, questi sono diversi da persona a persona; ma altri possono essere riscontrati da tutti indistintamente. Vediamo quali possono essere i rischi per chi decide di farsi un tatuaggio.

I rischi

1. Irritazione della pelle
Queste sono il rischio più comune in cui si può incorrere, dopo la realizzazione di un tatuaggio; spariscono mediamente in due, tre giorni, se si cura il tatoo come indicato dal tatuatore; se, invece, l’irritazione dovesse rimanere per molto tempo, bisogna chiamare il medico.

2. Le infezioni
Altro problema, di cui tenere conto, quando si decide di farsi un tatuaggio, possono essere le infezioni, dunque è necessario avere la giusta igene, sia al momento, che dopo l’esecuzione del tatoo.

3. Reazioni allergiche
Le reazioni allergiche vengono scatenate solitamente dagli inchiostri, e si manifestano con eruzioni cutanee e con una sensazione di prurito. Potrebbe capitare che una persona sua allergica senza saperlo. Se si dovessero presentare delle reazioni allergiche è necessario rivolgersi al medico.

4. Granuloma
Si tratta di piccoli nodulini che si formano sottopelle a testimonianza di una reazione immunitaria del corpo verso una sostanza percepita come estranea.

5. Trasmissioni di malattie infettive
Questa è la conseguenza più grave che potrebbe portare un tatuaggio ed è sempre legata ad una cattiva igene degli strumenti del tatuatore. Queste malattie si contraggono per via del sangue infetto, eventualmente presente, sugli strumenti. I virus trasmissibili sono: epatite B, epatite C, tetano e HIV.

Precauzioni

Come già detto, una delle precauzioni più comuni è quella di curare bene il tatuaggio appena fatto e attenersi alle procedure per il primo mese. La prima medicazione applicata sul tattoo, va rimossa dopo un giorno, successivamente va applicata una crema antibiotica che aiuti la guarigione. Va usata anche una crema idratante e la zona deve essere tenuta pulita, usando meno sapone possibile o uno neutro. Inoltre, è importante tenere il tatuaggio a riparo dal sole.

Un’altra importante precauzione è quella di verificare la preparazione del tatuatore, visionare i suoi attestati ed assicurarsi che usi strumenti adatti, come quelli per la sterilizzazione e guanti in lattice monouso. È utile inoltre, verificare l’igiene del negozio in cui ci si reca, deve essere pulito e presentare pavimenti e pareti a norma, come quelli medici, per garantire la massima igiene.

Condividi:

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni e/o per disattivare i cookie clicca qui: maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi